Skip to main content

Come aumentare la velocità del tuo sito

È importante avere un sito web veloce?

  May 28, 2018    

Come la velocità di caricamento influenza il comportamento dei visitatori del tuo sito - sem-seo.it

Pensi che la velocità del tuo sito non sia importante?

Ti sbagli.

È provato infatti che circa la metà dei visitatori abbandonano un sito se impiega più di 3 secondi a caricarsi.

Percentualie di visitatori che abbandonano un sito se non si carica in tre secondi - sem seo

Avere un sito veloce è essenziale, non solo per posizionarsi nei motori di ricerca, ma anche per non perdere la metà dei tuoi visitatori.


Come la velocità di caricamento influenza la conversione

Un sito lento uccide le conversioni.

Come abbiamo detto, il 50% dei visitatori abbandonano il tuo sito se impiega più di 3 secondi a caricarsi e il 47% dei consumatori si aspettano che un sito si carichi in 2 secondi o meno.

Questo significa che se il tuo sito impiega molto tempo a caricarsi perdi tantissimi potenziali clienti.

In questa ricerca è stato notato che il 79% degli utenti che visitano un sito lento non ritornano più. Il 52% delle persone che fanno shopping online dicono che la velocità di caricamento di una pagina influenza la lealtà all’e-commerce.

La ricerca ha anche scoperto che per ogni secondo di ritardo (rispetto al tempo che i visitatori si aspettano) nel caricamento di una pagina diminuisce la soddisfazione del cliente del 16%.

Risulta ovvio che migliorare la velocità del tuo sito web aumenta anche le conversioni.

Non sei convinto?

Durante un test Google ha avuto una diminuzione del 20% del traffico solo perché la pagina con i risultati di ricerca impiegava 5 secondi in più a caricarsi.


Come la velocità di caricamento del tuo sito influenza il SEO

Ora che Google prende in considerazione la velocità di un sito quando decide il tuo posizionamento il tempo di caricamento influenza anche quanto facilmente gli utenti possono trovarti.

Questo è particolarmente vero ora che è stato implementato il mobile-first index, dove Google posiziona i siti internet giudicando prima la loro versione mobile invece che quella desktop.

La prima volta che le ricerche tramite mobile hanno superato quelle desktop è stato nel 2015 e piano piano il divario è aumentato.

È nelle intenzioni di Google mostrare sempre di più risultati inerenti allo smartphone. E non vuole mostrare agli utenti siti che sono troppo pesanti o che si caricano troppo lentamente sullo smartphone.

Ora gli utenti smartphone sono quelli importanti e i risultati di ricerca sono selezionati per loro.

Questo è l’esatto opposto di come funzionava prima la ricerca.

La User Experience è da molto tempo un fattore di posizionamento, ma prima di questo cambiamento solo la versione desktop era presa in considerazione. Ache se un sito aveva una versione mobile molto brutta aveva comunque la possibilità di raggiungere il primo posto nelle SERP.

Ora le pagine sono posizionate in base alla loro versione mobile.

Quindi se vuoi mantenere o migliorare il tuo posizionamento e la tua visibilità è essenziale sapere come ridurre il tempo di caricamento del tuo sito. Devi avere un sito che sia veloce e che si adatti a ogni schermo.

Qual’è la best practice per la velocità?

Prima che tu inizi a lavorare sulla velocità del tuo sito è bene stabilire un obiettivo.

Può essere difficile da decidere se non sai qual’è la velocità giusta a cui dovrebbe caricarsi il tuo sito.

Secondo Google, la best practice è 3 secondi. Sfortunatamente secondo ricerche fatte in molti paesi (sempre da Google) la media dei siti è molto lontana.

La velocità di caricamento media dei siti web nei vari paesi europei - sem seo

Inoltre se una pagina impiega 10 secondi a caricarsi la possibilità di abbandono è del 123%.

Guardano il grafico in alto si capisce che in Italia la maggior parte dei siti non è nemmeno vicina alle best practice di Google.

Questo significa che se lavori molto sulla velocità del tuo sito avrai un grande vantaggio per posizionarti in alto nelle SERP.

Studio di Google sulla velocità dei siti web - sem seo

Come rendere il tuo sito più veloce

Ci sono tantissimi fattori che influenzano quanto tempo una pagina web impiega a caricarsi, quindi ci sono tanti step differenti che puoi attuare per migliorare la user experience.

Anche se tutte queste azioni possono aiutarti a migliorare la velocità del tuo sito non devi implementarle tutte subito.

Al contrario, se il tuo sito è fatto bene o se hai migliorato la sua velocità in passato, probabilmente molte di queste ottimizzazione sono già state implementate.

Cominciamo!

1. Scegli il giusto servizio di Hosting

Molti webmaster scelgono l’opzione di hosting che costa di meno. E se questo è una cosa buona per i principianti, quando inizi ad avere più traffico devi iniziare a pensare ad una soluzione più potente.

Quando cerchi un’opzione di hosting hai tre possibilità:

  • Host condiviso
  • Hosting VPS
  • Server dedicato

L’host condiviso è l’opzione meno costosa, ma condividi risorse come la CPU, lo spazio su disco e la RAM con altri siti in hosting sullo stesso server.

Con l’hosting VPS condividi il server con altri siti, ma hai la tua porzione di risorse di server dedicate.

C’è la stessa differenza tra vivere in un appartamento con dei coinquilini o vivere in un condominio con dei vicini.

Quando vivi nell’appartamento condividi il bagno, la cucina e il salotto. Quando vivi nel condominio hai degli spazi provati e con i tuoi vicini condividi solo le scale e il fatto che abitate nello stesso edificio.

Invece il server dedicato è come avere una villa in campagna. Non condividi nulla con nessuno, lo spazio è tutto tuo e sei responsabile di tutta la manutenzione.

Con un server dedicato hai molto più spazio, ma hai anche da fare molto più lavoro per sistemare il tutto.

Ma se hai bisogno di avere il controllo su tutte le possibili configurazioni, di avere molto spazio e di molte risorse è l’hosting di cui hai bisogno.

Ma è anche l’opzione più costosa.

2. Abilita il caching del browser

Quando visiti un sito web gli elementi della pagina che visiti sono immagazzinati nel tuo hard drive in cache (un magazzino temporaneo).

Questo significa che se lo visiti una seconda volta il tuo browser carica la pagina senza dover fare un’altra richiesta al server.

Ecco come Tenni Theurer (Yahoo) spiega questo fenomeno:

La prima volta che qualcuno visita il tuo sito deve scaricare l’HTML, i fogli di stile, i file javascript e tutte le immagini prima di poter usare la tua pagina web. Potrebbe essere necessario scaricare fino a 30 componenti (circa 2.4 secondi).
Una volta che la pagina è stata caricata tutti i componenti scaricati sono immagazzinati nella cache, in modo che nelle visite seguenti solo pochissimi componenti devono essere nuovamente scaricati.
Il risultato del test che ha svolto: sfruttare la cache ha fatto risparmiare circa 2 secondi.

Theurer dice che il 40%-60% dei visitatori che arrivano al tuo sito hanno la cache vuota, quindi è molto importante rendere il tuo sito veloce anche per loro. Ma abilitare la cache può diminuire drasticamente il tempo in cui il sito si carica per i visitatori che ritornano.

3. Riduci la dimensione delle immagini

Le immagini hanno un ruolo importante nella velocità del tuo sito. Spesso sono files molto pesanti e molto grandi, che possono aumentare il tempo in cui si carica una pagina.

Ma non puoi rimuoverle completamente.

Considera questo: il tasso di conversione medio degli e-commerce è 1-3%.

Questo numero può raggiungere anche il 5% per alcuni e-commerce particolarmente popolari.

Uno dei migliori modi per aumentare il tasso di conversione è aggiungere molte immagini dei prodotti. In un sondaggio il 66% dei consumatori ha detto che prima di comprare ha bisogno di vedere almeno 3 foto del prodotto.

Questo significa che se vuoi avere un’attività online le immagini sono assolutamente necessarie.

È chiaro che devi lavorare molto sulla compressione delle immagini, soprattutto se hai un sito e-commerce.

Uno dei modi per diminuire il peso delle immagini è tagliarle della dimensione giusta.

Per esempio de l’immagine che metti apparirà larga 500 px devi ridimensionarla in modo che sia larga esattamente 500 px. Non puoi semplicemente inserire un’immagine di 2000 px e lasciare che si adatti da sola, perché peserebbe quattro volte tanto quella ridimensionata.

Un’altra cosa importante è il formato: usa sempre un formato jpg, perché è quello che permette più compressione. Puoi usare anche dei png, però a parità di compressione pesano di più dei jpg.

Il formato gif dovrebbe essere usato solo per grafiche piccole e semplici (al massimo 10x10 px) e per immagini animate.

Non usare immagini in formato BPM o TIFF.

4. Usa piattaforme di Hosting esterne per i video

Mettiamo che tu voglia aggiungere un video tutorial al tuo sito. Lo crei, fai tutte le modifiche e lo esporti.

Poi?

Il tuo primo pensiero potrebbe essere di fare l’upload del video direttamente nel tuo sito.

Non farlo.

Quando tieni in hosting un video sul tuo server occupa un sacco di spazio. I file video possono pesare anche 100 MB.

Se usi un server condiviso hai uno spazio limitato e i video possono riempirlo molto velocemente.

Inoltre caricare dei video sul tuo server rallenterà il tuo sito. Se più utenti cercano di guardare il video tutti nello stesso momento, il server dovrà mostrare un file molto grande a tutti loro. E se hai poca banda questo fa si che ci siano molte pause e caricamenti nel guardarlo.

Se hai mai tentato di guardare un video che si bloccava ogni pochi secondi per caricarsi sai quanto è frustrante.

Non fare questo ai tuoi visitatori.

Invece di tenere il video sul tuo server utilizza piattaforme di terze parti come Youtube, Vimeo o Wistia.

Poi condividi il video sul tuo sito.

Questo processo ti aiuta a occupare meno spazio, meno tempo di caricamento della pagina e una migliore visione del video.

La parte più difficile è scegliere quale usare.


YOUTUBE

Normalmente quando si pensa ai video online si pensa a Youtube. È uno dei siti più conosciuti nel mondo, con un bacino di utenti di più di 1.5 milioni che guardano quasi 5 miliardi di video al giorno.

Questo significa che è secondo solo a Facebook per numero di utenti.

Ed è gratis.

Quanti utenti hanno mensilmente i social media - sem seo

Il più grande vantaggio di YouTube è che può aiutarti a raggiungere un audience maggiore. Se vuoi usare i tuoi video per portare traffico al tuo sito è l’opzione giusta.

Se vuoi solo mettere dei video sul tuo sito e non ti importa di avere più visibilità tramite altri canali, allora non è la piattaforma giusta.

Il contro più grande di Youtube è che ha un limite di 15 minuti per la maggior parte dei video. Se vuoi caricare contenuti più lunghi devi inviare una richiesta per aumentare questo limite, quindi se i tuoi contenuti sono solitamente più lunghi potrebbe non essere l’opzione per te


VIMEO

Dopo Youtube Vimeo è la seconda piattaforma di video hosting al mondo, con 715 milioni di visite al mese.

Quindi ha del potenziale, se vuoi farti conoscere tramite i video, ma è decisamente meno usato di Youtube.

Però il modo in cui i video vengono presentati è decisamente migliore di Youtube.

Come si presenta un video in hosting su vimeo - sem seo

Anche Vimeo ha dei limiti per l’upload dei contenuti.

Con il piano base hai 500 MB a settimana di upload e al massimo 5 GB in totale. I loro tre piani a pagamento, da 6 euro mensili a 70 euro mensili ti permettono di avere da 250 GB a 5TB.

Con i piani a pagamento inoltre hai varie opzioni per la personalizzazione dei video e le Analytics.


WISTIA

Wistia è differente da Youtube e Vimeo, perché è una piattaforma pensata per il marketing. Il sito di Wistia è in inglese, ma lo abbiamo incluso perché ha moltissime opzioni per la personalizzazione dei video.

Normalmente gli utenti non vanno su Wistia a cercare i contenuti, quindi se il tuo obiettivo è farti conoscere questa opzione non fa per te.

Ma se vuoi utilizzare i tuoi video per il marketing e ne crei molti, questa è l’opzione giusta.


come si presenta un video in hosting su wistia - sem seo

Questa piattaforma offre tutte le analytics possibili e immaginabili (puoi anche collegarle con Google Analytics): la provenienza dei visitatori, dove cliccano, quanto a lungo guardano il video, che parti saltano e che parti riguardano.

Inoltre puoi aggiungere call to action direttamente nei tuoi video, bloccare i video con una password o richiedere un’iscrizione all’email list in cambio del video.

L’interfaccia del player video è completamente personalizzabile con i colori del brand, il logo e il bottoni che si preferiscono (c’è la possibilità di togliere o mettere il bottone impostazione, per esempio).


puoi personalizzare come un video è mostrato con wistia - sem seo

Puoi personalizzare le impostazioni di autoplay, le opzioni di condivisione e dividere il video in capitoli per rendere più facile ai visitatori vedere solo quello che gli interessa.

Il principale difetto di Wistia è che il piano gratuito offre solo 3 video (con il logo di Wistia all’interno) e che i piani a pagamento partono da 99$ al mese.

5. Riduci il numero di plug-in che usi sul tuo sito

Ci siamo passati tutti, sicuramente. Io personalmente ho passato ore a cercare plug-in per alcuni siti che ho creato.

Questo perché sono utili e possono davvero aiutarti, soprattutto se il tuo sito è in WordPress.

Ti aiutano perché installando un plug-in non devi modificare il codice. Ce ne sono per tutte le funzioni che vuoi aggiungere.

E sono estremamente facili da installare.

Ma non puoi ignorare il lato negativo.

Avere troppi plug-in installati può darti dei problemi.

Possono rallentare il tuo sito, aumentare i rischi relativi alla sicurezza, addirittura possono causare crash e altri problemi tecnici.

Anche se non ne hai molti dovresti fare una valutazione di tutti quelli che ai installato. Tutti quelli che sono inutili, vecchi, non aggiornati o configurati in modo non corretto possono avere un impatto sulla velocità del tuo sito.

Disattivare o disinstallare tutti i plug-in che non sono necessari può migliorare la velocità del tuo sito e rendere tutta la manutenzione più facile (aggiornare 2 plug-in è meglio che aggiornarne 10).

Ecco come sistemare la questione plug-in:


TESTA I TUOI PLUG-IN

Come testare quali plug-in stanno rallentando il tuo sito?

Semplice, scegli il tool che preferisci e che usi di solito per guardare la velocità del tuo sito e fai una scansione con tutti i plug-in attivi.

Poi disabilitali uno a uno e guarda che differenza fanno. Prendi nota dopo ogni test di quali plug-in hai disattivato e che differenza fanno.

Questo processo sarà sicuramente lungo e noioso (soprattutto se hai molti plug-in) , ma è necessario per avere sotto mano tutti i dati.


CONTROLLA LE FUNZIONALITà DEI TUOI PLUG-IN

Nella maggior parte dei casi tutti i plug-in che hai installato hanno uno scopo preciso. Quindi anche se ne hai molti e rallentano il tuo sito non puoi disinstallarli.

Per fortuna ci sono molti plug-in che hanno più di una funzione, trovarli può aiutarti a diminuire il numero di plug-in che fanno una cosa sola accorpandoli tutti in uno solo.

Inoltre fai attenzione ai duplicati.

Facciamo un esempio: ci sono tantissimi plug-in per migliorare la velocità del tuo sito, quindi scegli quello che ha più funzioni. Non installarne due che si completano, se puoi installane uno solo.


ELIMINA TUTTI I PLUG-IN CHE FANNO COSE CHE POTRESTI FARE TU

In base alle tue capacità e conoscenze puoi togliere dei plug-in facendo le azioni che fanno manualmente.

Ad esempio: esistono molti plug-in per aggiungere il codice di Google Analytics nella header. Questo rende il processo molto semplice per tutti coloro che non sanno modificare il codice. Ma non si devono installare plug-in non necessari.

Infatti, se puoi modificare le tue header e i tuoi footer, puoi inserire manualmente il codice di Google Analytics e risparmiarti un plug-in.


Conclusione

Rendere le tue pagine web abbastanza veloci può essere difficile, ma migliorerà la user experience di tutti gli utenti de tuo sito.

È anche bene ricordare che non devi fare tutte le operazioni di cui abbiamo parlato subito. Anzi è meglio prima testare il tuo sito e poi decidere, in base ai risultati del test, che cosa è necessario fare.

La tua Web Agency a Brescia

Vuoi aumentare la velocità del tuo sito web? Inviaci una mail per scoprire cosa possiamo fare per te.



Invia una email

 

Scroll